Sanificazione su impianti di trattamento aria e climatizzazione

Premessa

Il virus SARS-CoV2-19 oltre a trasmettersi per contatto ravvicinato e diretto con una persona infetta e a contatto con superfici e oggetti contaminati, necessita per diffondersi di “vettori” solidi o liquidi presenti nell’aria e cioè polveri, particolato, goccioline, inquinanti.

Si deduce che, se negli ambienti chiusi (uffici/negozi, ect..) vogliamo ridurre la diffusione del Covid-19 dobbiamo eliminare i vettori del virus facendo circolare nei locali ARIA PULITA il più possibile.

L’esigenza è ancor più sentita dal fatto che oggi trascorriamo oltre il 90% del nostro tempo in luoghi chiusi di cui il 30-40% nei luoghi di lavoro.

Già nel “Testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro” D.Lgs. 81/08 all’art. 64 si obbliga il datore di lavoro a provvedere alla regolare manutenzione e pulizia degli impianti di aerazione nei luoghi di lavoro.

In funzione delle caratteristiche e tipologia del vostro impianto di climatizzazione provvederemo, ad individuare soluzioni per prevenire IN MODO CONTINUO qualsiasi forma di contaminazione chimica e microbiologica che possa causare danni alla saluta umana, ricorrendo alle migliori tecnologie disponibili (filtri elettrostatici e filtri fotocatalitici).

Perché sceglierci

Le soluzioni tecnologiche proposte da Unoeng, terminato l’intervento necessario di sanificazione preliminare degli impianti, trattano l’aria in modo continuo, mantenendo l’ambiente salubre e controllato per mezzo di sonde di qualità dell’aria. La scelta di Unoeng è di utilizzare i filtri elettrostatici ed i filtri fotocatalitici in quanto:

1. Sono le due tecnologie più efficaci sulla maggior parte degli inquinanti presenti nell’aria indoor;

2. Sono le tecnologie con il più ampio spettro di copertura a differenza delle altre che presentano dei limiti risultando efficaci solo su alcune tipologie di inquinanti;

3. La combinazione della filtrazione elettrostatica con la fotocatalisi consente inoltre la riduzione della diffusione del Covid-19 sia attraverso l’aria che attraverso il contatto diretto sulle superfici.

Di seguito le specifiche tecniche

Filtro Elettrostatico

Cos’è

Il filtro elettrostatico è costituito da due sezioni separate:

  • Sezione ionizzante;
  • Sezione di raccolta / precipitazione.

Come funziona

Nella sezione ionizzante l’aria passa attraverso elettrodi che caricano le particelle/microrganismi. Quando le particelle arrivano nella sezione di raccolta, vengono catturate dal campo elettrico generato da piastre parallele che le attirano sulla loro superficie. In questo modo la molecola del virus viene distrutta.

Che vantaggi offre

Abbattimento delle principali sostanze inquinanti: particolato fine, medio, atmosferico, microbi, batteri, funghi muffe ed odori

Filtro Fotocatalitico

Cos’è

Il filtro è costituito da due sezioni:

  • la prima è una lampada che emette raggi UV
  • la seconda è una lega metallica in biossido di titanio con matrice a nido d’ape

Come funziona

Imita e riproduce ciò che avviene in natura mediante la fotocatalisi, un processo che grazie all’azione combinata dei raggi UV, dell’umidità presente nell’aria e di alcuni metalli nobili presenti in natura, genera ioni ossidanti e molecole di perossido di idrogeno in grado di distruggere la maggior parte delle sostanze inquinanti e tossiche.

Che vantaggi offre

Abbattimento delle principali sostanze inquinanti: particolato fine, atmosferico, microbi, batteri, funghi muffe, gas ed odori

A CHI CI RIVOLGIAMO

  • Aziende, Istituti di Credito, uffici privati e pubblici;
  • Ospedali e poliambulatori;
  • Case di cura e Case di riposo;
  • Negozi, GDO.

AGEVOLAZIONI FISCALI

Per l’anno 2020 a tutte quelle aziende che provvederanno ad adottare interventi di sanificazione degli ambienti e strumenti di lavoro verrà riconosciuto un credito d’imposta del 50%.

Compila il modulo

Ti contatteremo il prima possibile

Contattaci